Maggio 2011 - La malattia di nostra figlia ci ha cambiato la vita con la velocità di una fulmine…
In un attimo sono cambiate le nostre priorità, le nostre certezze (o sarebbe meglio dire “false certezze”), ma soprattutto il nostro “essere”, le nostre persone.

Poi, abbiamo conosciuto te, Peter Pan, la tua meravigliosa Casa, i tuoi spazi, tutti i tuoi splendidi volontari le famiglie “speciali” che accogli, Sì, queste ultime sono speciali perché hanno una forza interiore, uno slancio verso la vita che si tramuta in un amore estremo peri propri figli. Lottano giorno dopo giorno insieme ai loro piccoli, sempre con il sorriso sulle labbra, non si disperano mai per banalità, sanno amare con pazienza e perseveranza.
Con nostra figlia, dopo circa tre mesi di permanenza all’Ospedale “Bambino Gesù”, abbiamo “imparato” tanto e alle famiglie presente e a quelle che “purtroppo” verrano dopo di noi , vogliamo dire di non mollare mai, di ricercare la forza nel sorriso dei propri FIGLI, nel volto amico dei VOLONTARI e di TUTTO LO SAFF di PETER PAN, nella professionalità e senso del dovere dei DOTTORI DEL BAMBINO GESU’…nella FEDE e nella preghiera, che tutto può.
Quest’ultima ci deve spronare alla preghiera; di Dio ci si può sempre fidare, sempre si è ascoltati, soccorsi e sorretti nel riprendere in mano la propria vita con le sue gioie e le sue prove…nella speranza che il domani sarà migliore.
A te, caro Peter Pan, vogliamo dire Grazie per “i valori” che porti avanti in una società così povera di essi, attraverso TUTTI i tuoi volontari ci hai trasmesso calore, affetto, solidarietà, amicizia.
Ci hai donato quella CASA che NON TUTTI POSSONO PORTARSI SULLE SPALLE, una casa con solide fondamenta, fatta di crescita interiore, di scambio e partecipazione con ogni singolo volontario e con le altre famiglie che si trovano a vivere una esperienza così forte come la malattia di un figlio.
Sappiamo bene che il percorso di nostra figlia sarà lungo ma, a te Peter Pan vogliamo dire GRAZIE…
A Giulia, un giorno, racconteremo di te, di come sei riuscito a farci sentire a casa, della tua dedizione agli altri, della tua accoglienza incondizionata, del tuo affetto…a lei e ad ogni persona che incontreremo durante la nostra vita, racconteremo di te, della magia che circonda la tua casa…dell’ISOLA CHE C’E’!!!

Con profondo affetto, Franca, Peppe, Chiara e la piccola GIULIA!

More in this category: « Pensiero 2 Pensiero 1 »
La Storia di Giulia

PeterPan_logo

Associazione Peter Pan Onlus
L’accoglienza del bambino onco-ematologico
Via San Francesco di Sales 16 00165 Roma
web        www.peterpanonlus.it
email       info@lagrandecasadipeterpan.it
telefono  06684012 (centralino Associazione)
C.F. 97112690587